lingue-stranierePer quanto non sia un “parlatore” instancabile, ho sempre nutrito grande interesse per i libri e i film e, forse per questo, ho cominciato a voler conoscere cose gli scrittori e gli attori comunicavano direttamente nella loro lingua madre.

Cominciano come è normale dall’inglese – un corso alle elementari, le lezioni alle scuole medie, poi le lezioni al ITC unitamente al francese, la mia preparazione aumentava e potevo leggere senza difficoltà anche in Spagnolo, terza lingua alla quale mi sono avvicinato (convinto che fosse “uguale all’Italiano, ma col tempo ho imparato che non è così!).

Successivamente, qualche prova più esotica, a partire dall’Arabo, purtroppo non ho dato seguito ai miei primi studi, e poi con maggior passione e corredato da diploma il Giapponese, mia grande passione, e i primi rudimenti di Cinese.

Per non restar senza parole in questo mondo sempre più globalizzato